Preloader
Royal Enfield Himalayan, ecco le special da Dakar

Royal Enfield Himalayan, ecco le special da Dakar

La versatilità è il suo forte, il look è intramontabile: ma la Himalayan saprebbe cavarsela tra le dune?

Ecco 3 special dal sapore dakariano

Royal Enfield Hymalayan non ha bisogno di grandi presentazioni: tra le best-seller del marchio indo-britannico, rappresenta insieme alle Classic 500 Trial l’animo più avventuroso della Casa delle Acciaierie della Regina.

Il look classico unito alla ruota anteriore da 21” la fa entrare nella cerchia ristretta delle vintage-enduro, insieme solo a Moto Guzzi V85 TT e Triumph Scrambler 1200 XE, ma c’è chi ha voluto spingere l’asticella dell’extreme per la Himalayan fino a farla diventare una perfetta moto da Dakar, di ieri e di oggi.

Ecco le special più belle.

Royal Enfield Dakar Edition

Nel 2018 al “Bangkok Motor Sale” è apparsa una cattivissima versione della moto Himalayan realizzata dalla filiale thailandese del marchio.

Livrea tricolore rossa-bianca-blu, mascherina in carbonio con due piccoli fari tondi centrali al posto del gruppo ottico frontale originale e un grande parabrezza fumé.
La mascherina è collegata al serbatoio attraverso una carenatura avvolgente e protettiva, proprio come le moto da rally.

Via il parafango basso originale, al suo posto un piccolo elemento alto posto appena sotto il becco, non mancano i tubolari paramotore e anche due faretti LED supplementari.


Nella parte posteriore invece ci sono tabelle portanumero e un parafango snello molto simile a quello delle moto da enduro.
Naturalmente anche lo scarico si sposta in alto.

Cambia poi l’ergonomia: manubrio Pro-Taper più alto e una nuova sella la rendono pronta a tutto.

Nessuna modifica al motore: 24 CV bastano per affrontare le dune?
Questo dovremmo chiederlo a piloti esperti, ma l’effetto visivo è impressionante.

Royal Enfield Himalayan “Royal Rally 400”

Una special che invece la “prova del deserto” l’ha svolta, passandola a pieni voti, è la Royal Rally 400: special ispirata agli anni d’oro della Parigi-Dakar, quelli della rotta originale, e realizzata dalle mani esperte di Fuel Motorcycles.

Questa Himalayan ha infatti partecipato allo Scram Africa nel 2019, organizzata proprio da Fuel Motorcycles e dedicata a scrambler e special, che si svolge in Marocco.

Anche in questo caso il motore monocilindrico da 411 cc della Himalayan non è stato toccato, ma l’erogazione ha subito qualche ritocco grazie allo scarico, proveniente da una Suzuki RM-Z450 e alla centralina Powertronic, per avere quel po’ di spinta in più che non fa mai male.

ROYAL RALLY 400 Fuell

A farla da protagonista è naturalmente il cambio look: il faro anteriore è stato sostituito con un elemento rettangolare incassato in un cupolino che ricalca lo stile delle enduro anni ’80.
Il serbatoio è stato verniciato con i colori “Marlboro” e privato delle protezioni tubolari.
Snellita di tutte le parti in eccesso, la Royal Rally trova paramani e sella monoposto con portapacchi.
Una customizzazione semplice ma efficace, che può ispirare tanti proprietari.

BAAK Himalayan 400

I francesi di BAAK mixano presente e passato nella loro Himalayan, creando un vero e proprio kit di parti “plug and play” per dare l’opportunità ai proprietari di trasformare la loro vintage-enduro in garage.

himalayan BAAK custom

Il prezzo, moto compresa, è di 7.900 dollari, oppure le parti possono essere acquistate singolarmente (clicca qui per vedere tutti gli accessori BAAK disponibili nel nostro online shop).

Questa special si compone di un cupolino con parabrezza e griglia faro, pannelli laterali di raccordo tra frontale e serbatoio, indicatori di direzione da 10W, risers per il manubrio, terminale di scarico e centralina Power Tronic.

Anche in questo caso il look cambia senza snaturare le linee della Hymalan, e se questa special vi ha stregato non dovete far altro che passare da noi e ordinare i pezzi!

ACQUISTA ACCESSORI HIMALAYAN

Chiudi
Chiudi

Sign in



Moneta